5.5 C
Londra
mercoledì 17 Aprile 2024
Home Icons Nicola Ventola al Crystal Palace: il gol che poteva valere una salvezza

Nicola Ventola al Crystal Palace: il gol che poteva valere una salvezza

3 ' di letturaBarese, classe 1978, altezza un metro e ottantasette centimetri, segni particolari: attaccante. Nicola Ventola, il grande rimpianto per l’Italia calcistica che lo aveva tanto ammirato come splendido centravanti ai giochi del mediterraneo del 1997. Un grave infortunio – la rottura completa del crociato anteriore con lesione parziale del menisco interno e lacerazione del collaterale interno del ginocchio destro – gli ha compresso il definitivo slancio di carriera, quando era pronto a esplodere con la maglia del Bari. Nonostante tutto il percorso sportivo di Ventola è stato più che onesto. La pagina più bella – probabilmente – è stata quella con la maglia dell’Inter, con tanto di gol al Manchester United nei quarti di finale di Champions League del 1999. Un segno del destino, forse, dato che il calcio inglese e Londra dovevano segnare la sua rinascita sportiva, quando nel 2004/2005 scelse di approdare al Crystal Palace.

Ventola vola in Inghilterra

Il 31 agosto 2004, in chiusura di mercato estivo, Ventola arriva alla corte delle Eagles in prestito dall’Inter, in compagnia di Gonzalo Sorondo, anch’esso scaricato dalla squadra allenata da Mancini. Purtroppo la stagione dell’Italiano è compromessa da una serie di interminabili infortuni, che lo obbligano ai box per più di 5 mesi. Quella che doveva rappresentare una fase di rilancio della carriera, sembra l’ennesima occasione persa per colpa dei guai fisici. Ciò nonostante, la sua parabola può cambiare con il più classico degli sliding doors.

La sfida coi Saints

Alla penultima giornata, il Crystal Palace – in piena lotta per non retrocedere – ospita il Southampton, relegato in ultima posizione. Coi tre punti, le Eagles resterebbero in Premier League, quindi l’imperativo è uno soltanto: vincere. Al Selhurst Park gli spalti sono gremiti, una bolgia infernale per incutere timore ai Saints. Questo ambiente caloroso sembra dare i suoi frutti, dato che i padroni di casa passano in vantaggio al 17′ con la rete di Hall. Ciò nonostante, la spinta dei tifosi non può nulla quando Peter Crouch ristabilisce la parità con un calcio di rigore. Ian Dowie, manager del Crystal Palace, sa che Nicola Ventola può essere l’uomo della provvidenza e per questo lo getta in campo al 64′.

Lo sliding doors di Ventola

Nella testa di Nicola c’è la voglia di segnare per riscattare una stagione dannata, per salvare la sua squadra e per stabilirsi definitivamente a Londra con la sua famiglia. In caso di salvezza, infatti, ci sarebbe il rinnovo del contratto in automatico. Solamente otto minuti dal suo ingresso in campo, il barese fulmina in velocità la difesa dai Saints, e a tu per tu con il portiere Niemi, lo trafigge con un potente diagonale. Primo gol stagionale ed è pesantissimo. La beffa però è dietro l’angolo, perché proprio allo scadere Higginbotham ristabilisce la parità. Nell’ultima di campionato, il Crystal Palace rimedia un altro pareggio col Charlton e rocambolescamente retrocede.

Il ritorno in Italia

La triste retrocessione del Crystal Palace, costringe Ventola a rivedere i suoi progetti di vita. Deve dire addio a Londra, città vissuta più da turista che da calciatore, per ritornare mestamente in Italia. Sarà l’Atalanta a provare a dare una nuova chance all’attaccante, tuttavia l’atmosfera del Selhurst Park e il calore dei tifosi rimangono un ricordo speciale, esattamente come quel gol che poteva cambiare le sorti di una carriera intera.

LEGGI ANCHE: Baggio 2: la triste e malinconica parabola di Dino al Blackburn

42,353FansMi piace

LEGGI E COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli Correlati

Condividi: