17 C
Londra
mercoledì 20 Ottobre 2021
Home 5 Cose che... Portieri para rigori: i 5 migliori specialisti nella storia della Premier League

Portieri para rigori: i 5 migliori specialisti nella storia della Premier League

5 ' di lettura

PORTIERI PARA RIGORI, UNA VERA MANNA DAL CIELO

Avere fra i pali un numero uno particolarmente abile nello sventare i tiri dagli undici metri può rappresentare un valore importante. Parare un penalty è un gesto che spesso esula dall’abilità assoluta di un estremo difensore. Bisogna entrare nella testa dell’avversario che sta per calciare, e capire quali sono le sue intenzioni; servono poi intuito, istinto e reattività. Qualunque sia la giusta combinazione di queste abilità, nella storia della Premier League (dal 1992 a oggi) ci sono stati alcuni goal keeper che si sono dimostrati specialisti in questo fondamentale: insomma, dei veri e propri portieri para rigori.

N.B. Per stilare questa classifica abbiamo tenuto conto di 3 fattori: il numero di rigori parati, il totale di quelli ricevuti contro, e la conseguente percentuale. Incrociando questi dati crediamo di essere giunti a un risultato piuttosto oggettivo. Tutti i 5 giocatori presenti nella nostra lista hanno ricevuto contro all’incirca 30 rigori. Mettere a confronto numeri troppo distanti fra loro non ci sembrava il giusto metodo da seguire.

5° POSTO: TIM HOWARD

In ultima posizione della nostra classifica troviamo questo portiere a stelle e strisce, che ha detto basta col calcio all’inizio di questa stagione. Howard arriva in Inghilterra nel 2003, e lo fa dall’ingresso principale, al Manchester United. La prima delle tre stagioni ad Old Trafford è l’unica da titolare; si destreggia bene, pur avendo sulla coscienza un errore in Champions League, che costa l’eliminazione ai Red Devils per mano del Porto di Mourinho, futuro campione del torneo.

Le prestazioni altalenanti non gli garantiscono il posto da titolare, e così nel 2006 passa all’Everton, dove è grande protagonista fino al 2014. Le stagioni 2011/12 e 2013/14 lo consacrano come uno dei migliori portieri para rigori, entrambe con 3 tiri dagli undici metri respinti. Nel 2016, non più titolare fisso da un paio di anni, fa ritorno negli Stati Uniti. In Premier League ha subito 36 rigori, riuscendo a sventarne 9, il 25%: esattamente 1 su 4.

4° POSTO: LUCASZ FABIANSKI

Quarto posto per il portiere polacco che arriva all’Arsenal nel 2007, fra molte belle speranze e con tanto di benedizione di Wenger, che lo sceglie per il dopo Lehmann. Fabianski non riesce però ad imporsi, e nei 7 anni trascorsi a Londra vive all’ombra di Almunia e di Szczesny. Nel 2014 si trasferisce allora allo Swansea, e qua le cose vanno meglio. Con i Jacks infatti è sempre titolare, e nei suoi 4 anni in Galles sventa 5 rigori. Da ricordare la stagione 2017/18, nella quale è decisivo per tre volte dagli undici metri. Nel 2018 arriva per lui la chiamata del West Ham, di cui è ancora l’indiscusso numero uno.

Con gli Hammers fino ad oggi è riuscito a parare 4 calci di rigore, e in questo campionato nel solo mese di novembre è già arrivato a 2. Essendo un portiere ancora in attività, lo score di Fabianski è probabilmente destinato a cambiare. Nel momento in cui stiamo scrivendo, le sue statistiche in Premier League parlano di 9 tiri dagli undici metri neutralizzati su 34 subiti, pari al 26,5%.

3°POSTO: ROBERT GREEN

Sul gradino più basso del podio dei portieri para rigori troviamo Green, che cresce nelle giovanili del Norwich ma si afferma come specialista dagli undici metri in maglia Hammers. Nei 7 anni che passa a difendere la porta dei canarini infatti non riesce a parare nessun penalty, mentre nei sei anni al West Ham (dal 2006 al 2012) risulta decisivo ben 7 volte su 17. Da incorniciare i campionati 2007/08 e 2008/09, nei quali dice no agli avversari per 3 volte. Ha “ipnotizzato” due volte Defoe e Gerrard.

Nel biennio al QPR teoricamente parte nelle gerarchie come secondo di Julio Cesar, ma a causa del continui infortuni del brasiliano, finisce per prendersi il posto da titolare. Con gli Hoops i rigori sventati sono 2, prima di scendere in Championship a difendere la porta dell Leeds. Nel 2017 lascia i Whites, e di fatto la sua carriera termina a questo punto, visto che nelle due stagioni successive all’Huddersfield e al Chelsea non scende mai in campo. Il suo record complessivo nel massimo campionato inglese è di 9 rigori respinti su 33, equivalenti al 27,3%.

Heurelho Gomes, uno dei migliori portieri para rigori della Premier League

2° POSTO, HEURELHO GOMES

La Piazza d’onore spetta al brasiliano che in Premier League abbiamo visto in azione con le maglie di Tottenham e Watford, ritiratosi al termine dello scorso campionato. Gomes arriva in Inghilterra via PSV nel 2008, dopo essere stato grande protagonista con gli olandesi. La sua avventura con gli Spurs è caratterizzata da alti e bassi, e fra il 2011 e il 2013 perde il posto da titolare dopo qualche errore di troppo. Passa al Watford, dove è protagonista fino al 2018, per poi vivere un’ultima stagione da numero 12, prima di appendere i guanti al chiodo. Con gli Hornets riesce a respingere 5 tiri dagli undici metri, ben 4 nel campionato 2015/16.

Vanta un record particolare: in due partite ha parato ben due rigori: con gli Spurs, il 3 aprile 2010 a Sunderland ha stregato due volte Bent, mentre il 16 aprile 2016, in occasione di West Bromwich-Watford, ha rispedito al mittente i due tentativi di Berahino. In quanto a numero totale di rigori parati – 11 – Gomes è quello che ha fatto meglio di tutti nella storia della Premier League. A negargli il primo posto è il numero di penalties avuti contro – 35 – che rendono la sua percentuale – 31,4 – ottima ma non la migliore.

1º POSTO: SIMON MIGNOLET

Il re dei portieri para rigori è l’attuale numero uno del Club Bruges, che ha passato nove anni nel campionato inglese. Dal 2010 al 2013 Mignolet veste la maglia del Sunderlund, e riesce a respingere 3 calci di rigore, per poi passare al Liverpool, dove sostituisce Reina. Si presenta alla grande ai suoi nuovi tifosi, in quanto il 17 agosto 2013, alla prima di campionato, para un penalty a Jonathan Walters, favorendo la vittoria della sua squadra per 1-0 contro lo Stoke City.

Ad Anfield è il titolare fino all’autunno della stagione 2016/17, quando Klopp gli preferisce Karius (e i tifosi stanno ancora maledicendo questa scelta). Rimane al Liverpool per altri due anni, e seppur da secondo di Allison, si toglie la soddisfazione di alzare al cielo la Champions League. Il suo score complessivo in Premier League è di 10 rigori parati su 28, con una percentuale del 35,7%: in pratica la certezza di un rigore parato ogni 3. Davvero niente male…

I GRANDI ASSENTI

Ebbene sì: i vari Schmeichel, Seaman, van der Sar, Barthez, Cech, De Gea, Courotis non rientrano in questa classifica. Addirittura Schmeichel e Seaman hanno parato… 0 rigori (si parla sempre della sola Premier League) rispettivamente su 14 e 13 tentativi! Sczesny e Lloris cono quelli che si difendono meglio, con una percentuale poco superiore al 23%, mentre van der Sar e Cech si attestano fra il 17% e il 18%. Courtois ne ha preso solo 1 su 11, mentre De Gea 3 su 31. Barthez ne ha subiti soltanto 2, e ne ha respinto 1.

MENZIONI SPECIALI

Tre portieri hanno ottime medie, ma numeri troppo bassi per entrare in classifica. Da quando è in Premier Leage, Allison ne ha presi 5 su 9 (55,6%), e anche quest’anno sta andando alla grande, con 4 su 8. Almunia vanta una media del 42,9%, ma 14 rigori avuti contro sono troppo pochi per rendere la statistica comparabile a quella dei colelghi finiti in classifica. Se la sta cavando alla grande anche Pickford, con i suoi 7 penalties parati su 20 (35%): sia lui che il collega brasiliano ex Roma sono sulla buona strada per entrare nella storia dei portieri para rigori della Premier League.

Leggi anche: https://www.storiedipremier.it/ray-clemence-leggenda-tra-i-pali-con-piu-di-1000-partite-e-21-titoli-sara-sempre-vivo-il-suo-ricordo/

42,353FansMi piace

LEGGI E COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli Correlati

Condividi: