9.6 C
Londra
martedì 13 Aprile 2021
Home Icons Dal Leicester al treble con il Liverpool: Heskey, l'attaccante che non voleva...

Dal Leicester al treble con il Liverpool: Heskey, l’attaccante che non voleva segnare

3 ' di letturaEmile Heskey non è l’eroe convenzionale che tutti si aspettano: nella sua carriera ha segnato più di 100 gol in Premier League condensati quasi tutti in pochi anni di carriera, quelli trascorsi con le maglia di Leicester e Liverpool.

Sì, perché nonostante il grande talento Heskey non è mai stato il classico prototipo dell’attaccante inglese e in campo faceva praticamente di tutto, tranne che essere un ariete d’area di rigore e una spietata macchina da gol. Anzi, lui con la rete non aveva neanche un feeling particolare: negli anni infatti tanti hanno criticato il suo disinteresse nel segnare, una particolarità che non era di certo dettata dalla svogliatezza, ma dal desiderio di giocare completamente a favore della squadra e dei suoi compagni. Strano no? Soprattutto quando si parla di un giocatore che di mestiere fa la prima punta.

Ma al Leicester, squadra dove è cresciuto calcisticamente e nella quale è ritornato giusto in tempo per vivere da dirigente il miracolo del titolo conquistato nel 2016, questo poco importava. Heskey è entrato nelle giovanili delle Foxes quando aveva appena 9 anni e ha vissuto tutta la classica trafila fino alla prima squadra dove ha debuttato nel 1995, ad appena 17 anni. Quello sì che fu amore a prima vista: a Leicester l’attaccante frequentava il college e la domenica si divertiva a trascinare i suoi compagni in campo, finendo addirittura per vincere due Coppe di Lega da assoluto protagonista.

L’idillio durò quattro anni, il tempo necessario per attirare l’attenzione del Liverpool che era alla ricerca di un giocatore per dare qualità e muscoli al suo attacco. I primi sei mesi di Heskey con la maglia dei Reds furono terribili: il ragazzo aveva lasciato a Leicester amici e affetti e si ritrovava da solo a vagare per le strade di una città ancora sconosciuta, ma che ben presto lo avrebbe amato alla follia. Il suo trasferimento all’epoca diventò il più costoso in assoluto per la squadra del Merseyside che sborsò circa 11 milioni di sterline per portarlo nella sua rosa. Un investimento che in realtà si ripagò facilmente da solo: dopo un periodo di assestamento arrivarono forse le stagioni migliori in assoluto nella carriera, quelle poche concluse in doppia cifra di reti, fatto strano per uno abituato a segnare così poco.

Addirittura nella stagione 200/01 Heskey segnò 14 gol, contribuendo in maniera importante al treble conquistato dal Liverpool che quell’anno portò a casa Coppa Uefa, FA Cup e Coppa di Lega. Ed è vero che nel 2001 a vincere il Pallone d’Oro fu Michael Owen, suo straordinario compagno di reparto, ma gran parte del merito va anche dato all’ex Leicester, diventato finalmente l’attaccante che tutti si aspettavano. Il segreto sta tutto nel particolare allenamento che Gérard Houllier aveva riservato per lui: tutti i giorni Heskey doveva guardare video su video per migliorare in fase realizzativa, una “punizione” che oltre a sortire l’effetto sperato spesso lo ha anche fatto addormentare sulla sedia.

Ma in una stagione così tutto è perdonato, soprattutto se il momento magico si estende anche alle partite della nazionale inglese. L’attaccante diventò uno degli uomini simbolo della vittoria dei Tre Leoni contro la Germania, battuta con un 5-1 che i tifosi ricordano ancora adesso a distanza di anni. L’arrivo di Djibril Cissé al Liverpool nel 2004 rovinò un po’ i piani di Heskey che decise di cambiare aria piuttosto che accettare di avere meno spazio in attacco. Birmingham, Wigan, Aston Villa, l’esperienza in Australia con i Newcastle Jets e poi il Bolton gli permisero di chiudere la sua carriera senza troppe pressioni, tanto che in 12 anni segnò appena 51 gol nei vari campionati.

L’amore lo ha riportato nella sua Leicester, squadra che non ha mai dimenticato nonostante la grande passione sbocciata negli anni con il Liverpool. E di sicuro anche lui sarà ancora nel cuore di tutti i tifosi che forse alla fine si sono davvero innamorati del centravanti più atipico di tutta l’Inghilterra.

41,260FansMi piace

LEGGI E COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli Correlati

Condividi: