21.9 C
Londra
lunedì 8 Agosto 2022
Home Storie in the box Mendy: il portiere del Chelsea trovato al centro per l’impiego

Mendy: il portiere del Chelsea trovato al centro per l’impiego

2 ' di lettura“Sei anni fa cercava lavoro al centro per l’impiego, oggi è il portiere titolare dei Blues di Londra”

Immaginatevi questo scenario: un portiere talentuoso e promettente di soli 22 anni, all’improvviso viene scaricato dalla sua squadra. Il giorno dopo non ha più un lavoro, la sua compagna è incinta e i soldi non bastano per arrivare a fine mese. 

Signori, ecco a voi la storia di Edouard Mendy, dal centro per l’impiego a Stamford Bridge.

I sogni spesso sanno essere crudeli, ti portano in alto per poi farti cadere giù, dove più in basso non si può. Mendy il suo sogno se lo vide sfumare tra le mani, anzi fra i guantoni. È difficile ricostruirsi una vita quando ciò che hai messo al centro di essa non c’è più.

Edouard e la sua compagna in dolce attesa non riuscivano ad andare avanti, per questo l’ex portiere fu costretto a cercare lavoro presso un ufficio per l’impiego. La disoccupazione infatti non bastava alla coppia per ricoprire le spese e nessuna squadra voleva più Edouard.

Mendy era convinto che prima o poi sarebbe tornato a giocare, perché quella era la sua vita e il suo lavoro. Non ha mai smesso di allenarsi, addirittura lo faceva da solo. Ci ha creduto sempre, e ha fatto bene. 

L’occasione di Mendy arrivò, disputò alcune partite con la squadra delle riserve del Marsiglia e questo gli permise di essere visionato dai dirigenti del Reims che gli offrirono un contratto da 6 mila euro al mese. Un’occasione da prendere al volo, anche se, al giorno d’oggi nel calcio questa cifra è una “miseria”.

Il portiere africano sfruttò l’opportunità che gli si palesò davanti durante un match: il numero 1 titolare venne espulso, Edouard entrò in campo e iniziò a parare tutto. Da quel momento non ha più lasciato il posto.

Conclusa l’esperienza che lo ha riportato tra i professionisti, si trasferì al Rennes e successivamente al Chelsea che l’ha acquistato per ben 25 milioni di euro, facendo di lui il portiere africano più pagato di sempre. Questo non è un caso, Mendy ha messo a sedere Kepa, il portiere più pagato al mondo. 

Nonostante ciò, Edouard non sente la pressione, nella sua vita ha passato tante difficoltà e una semplice concorrenza di certo non lo avrebbe disturbato. Di fatto, è stato così, in questo inizio di stagione ha già fatto registrare diverse volte la porta inviolata. Kepa può sedersi comodo.

La storia di Mendy è commovente. Il destino gli ha fatto toccare il fondo per poi riportarlo sulle stelle, perché come si dice, solo quando cadi in basso trovi la forza di rialzarti.

42,353FansMi piace

LEGGI E COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli Correlati

Condividi: