21.9 C
Londra
lunedì 8 Agosto 2022
Home Icons Didier Deschamps: generale francese in divisa Blues

Didier Deschamps: generale francese in divisa Blues

2 ' di letturaLa Francia ha regalato alla storia bellica fior fiore di generali, ma se il calcio fosse davvero un campo di battaglia, Didier Deschamps sarebbe uno dei più decorati condottieri transalpini. La sua posizione prediletta era in mezzo al campo, dove poteva comandare i movimenti di tutte le sue truppe – o per meglio dire compagni di squadra -, senza tuttavia rinunciare lui stesso allo scontro. Mente lucida, cuore caldo e polmoni d’acciaio: con queste caratteristiche Deschamps si è tolto veramente molte soddisfazioni nella sua carriera da calciatore. Qualità di leadership indiscussa, da dominatore del centrocampo ha vinto tutto in Europa con le casacche di Olympique Marsiglia e Juventus. La gioia più grande però è il titolo mondiale conquistato con la Francia a Parigi, indossando la fascia da capitano.

Desailly convince Didì

Il suo compagno di mille avventure, nello sport e nella vita, è Marcel Desailly, colui che lo convince ad accettare l’avventura con la maglia del Chelsea. Il 32enne sceglie di raggiungere Londra per accasarsi con i Blues, squadra ambiziosa allenata dal suo ex compagno di squadra – ai tempi della Juventus – Gianluca Vialli. Il francese si presenta alla corte reale con una miriade di decorazioni appese sul petto e la fama di grande uomo squadra. È l’estate del 1999 e all’orizzonte vi è la prospettiva di giocare una nuova campagna con la maglia della Francia per conquistare l’Europeo di Belgio e Olanda. L’importante è quindi giocare tanto e bene.

Deschamps vince l’FA Cup

Non è però facile adattarsi al campionato inglese, infatti Didì fa fatica nelle prime apparizioni, ma riesce a emergere strada facendo. Il “portatore d’acqua” – come lo aveva soprannominato Eric Cantona – comincia a risaltare prestazione dopo prestazione, risultando quasi sempre l’iniziatore delle azioni d’attacco della squadra di Vialli, che vengono spesso finalizzate dall’ex pallone d’oro, George Weah. Alla fine della sua stagione di Premier League sono 27 le presenze, con la squadra che ottiene il quinto posto e la qualificazione alla successiva Coppa Uefa. La gioia più grande però è la vittoria della FA Cup, nella finale contro l’Aston Villa, risolta dalla rete di Di Matteo. Prestazione sontuosa di Deschamps nell’ultimo atto della stagione. Una nuova lucente medaglia è un modo perfetto di congedarsi dal football britannico da parte del generale francese, chiamato prima dalla sua nazionale a vincere l’Europeo con Les Blues, poi dal Valencia per un’ultima missione in Spagna. Adieu Deschamps, nel nord di Londra ti sei conquistato l’onore delle armi.

LEGGI ANCHE: Marcel Desailly: un’ode all’intelligenza calcistica

42,353FansMi piace

LEGGI E COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli Correlati

Condividi: