26.6 C
Londra
domenica 7 Agosto 2022
Home Icons Semplicemente Gazza: le 10 migliori follie di un genio incompreso

Semplicemente Gazza: le 10 migliori follie di un genio incompreso

3 ' di letturaCerti nomi, a pronunciarli, sprigionano sempre un sussulto. Succede, sia chiaro, perché l’essere umano è costantemente attratto da tutto ciò è strano, inusuale, fuori dalle convenzioni, lontano dalle consuetudini. La vita di Paul Gascoigne, del resto, è un barcollante dribbling tra tonnellate di follie, messe giù in serie ad un ritmo a tratti insensato, quasi forsennato. Gazza – da anni l’ombra incerta di sé stesso – è stato e continua ad essere un incredibile trapezista delle emozioni, sempre in bilico tra la gloria imperitura e l’autodistruzione. Molto più la seconda, a dire il vero. Raccontare di nuovo il suo percorso è quasi inutile:sappiamo tutti di chi stiamo parlando. Rispolverare le sue migliori dieci migliori smattate, invece, ha sempre il suo perché. Quindi prendetevi qualcosa da bere, sprofondate nel divano ed allargate un sorriso. Gazza se ne accorgerà.

Gazza in maglia Rangers: a Glasgow vivrà un periodo sensazionale

  1. Ai tempi della Lazio, atteso per l’intervista post gara da quelli di Mediaset, al posto di rispondere esplode in un clamoroso rutto. La cosa scatena un putiferio: gli costa 39mila Lire di multa e si apre addirittura un’interrogazione parlamentare.
  2. Durante Rangers-Hibernian del dicembre 1995 Gazza raccolse da terra il cartellino giallo caduto al direttore di gara e lo mostrò scherzosamente al signor Dougie Smith, che sfortunatamente difettava di humour.
  3. Dopo una partita della nazionale inglese a Wembley, Gazza decide di concedersi una birra in un celebre pub londinese. Tutto normale, non fosse che Paul ci entra con ancora indosso la divisa della nazionale, scarpini da gioco compresi.
  4. Nel 1986 decide di fare un regalo al suo compagno ai tempi del Newcastle, Tony Cunningham. Il regalo consiste in dieci sedute sul lettino abbronzante. Peccato che Tony Cunningham fosse nero.
  5. Un giorno Gazza, mosso a compassione, decide di aiutare in campo sentimentale il suo leggendario accompagnatore, Jimmy “Cinquepance” Gardner, single da tempo per evidenti motivi. Per questo gli porta in camera d’albergo un’avvenente signorina. Solo un dettaglio che si trattasse di un trans.
  6. Dopo la finale per il 3/4° posto di Italia ’90 un distinto signore entra nello spogliatoio della nazionale inglese, dicendo che vuole salutare Gazza. Lui però è sotto la doccia: esce arrabbiato, completamente nudo, e comincia a schiaffeggiare in testa quel signore. Che, tra le altre cose, era l’avvocato Gianni Agnelli.
  7. Partitella finale sul campo d’allenamento del Tottenham. Il pallone viene calciato fuori dalle recinzioni, infilandosi tra i cespugli. Gazza si offre per andare a riprenderlo. Solo che non torna per le successive 24 ore. Cominciano ricerche disperate fino a quando, il giorno dopo, Gascoigne riemerge dagli stessi cespugli con il pallone sotto braccio esclamando “L’ho trovata!”.
  8. Ai tempi della Lazio chiede un passaggio al compagno Corino per andare al campo dall’allenamento. Gli dice di aspettare in salotto perché si sta cambiando, ma dopo mezz’ora non è ancora sceso. Solo a quel punto Corino apprende che se n’è andato con la sua macchina. Costretto a recarsi al campo pagando un taxi, quando arriva trova Gazza che sta chiedendo a mister Zoff di multarlo per il ritardo.
  9. Sempre in maglia Lazio, durante una trasferta in bus, approfitta del fatto che Zoff sta dormendo in prima fila per sedersi accanto a lui a leggere il giornale. Il mezzo si infila in galleria e, quando ne riemerge, Zoff è sveglio e si ritrova Gascoigne accanto, che sta ancora leggendo il giornale. Completamente nudo.
  10. Una volta Gazza incontra il presidente della federazione calcistica della Danimarca e gli dice che sa parlare fluentemente danese. Non appena viene messo alla prova però inizia ad imitare lo chef svedese del Muppet’s Show.

Gascoigne ha sempre gettato il cuore oltre l’ostacolo per i Tre Leoni

Ovviamente queste sono solo alcune delle migliori trovate di Paul Gascoigne, un genio incompreso che ci ha fatto divertire dentro e fuori dal campo, al quale auguriamo sinceramente di tornare a star bene al più presto.

Che cos’è il genio? Gazza che ammonisce un arbitro!

 

42,353FansMi piace

LEGGI E COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Paolo Lazzari
Paolo Lazzari
Giornalista

Articoli Correlati

Condividi: