14 C
Londra
sabato 15 Maggio 2021
Home Premier Today Il futuro di Aubameyang è lontano da Londra

Il futuro di Aubameyang è lontano da Londra

2 ' di letturaLa stagione più brutta di Pierre-Emerick Aubameyang con la maglia dell’Arsenal potrebbe essere anche l’ultima della sua carriera in Premier League: dopo tre anni in Inghilterra dove è riuscito a diventare il grande trascinatore che mancava ai Gunners, l’attaccante sembra in piena rotta di collisione con la società e Mikel Arteta e potrebbe decidere di lasciarsi Londra alle spalle alla fine di questa stagione.

Da agosto ad oggi il suo impatto sul campionato è stato davvero minimo, una situazione straordinaria e che sottolinea i tanti malumori dell’attaccante. Il picco della diatriba tra Aubameyang e Arteta è arrivato in occasione del North London derby vinto in rimonta contro il Tottenham: a causa di un ritardo agli allenamenti l’allenatore ha deciso di lasciarlo in tribuna, privando la squadra del suo capitano proprio nella partita più sentita di tutte. Quella fascia di sicuro non sarà più sul suo braccio dalla prossima stagione, una decisione che sicuramente non avrà preso bene e che potrebbe incentivare la sua voglia di cambiare aria e lasciare la Premier League.

E pensare che negli ultimi anni Aubameyang è stato il vero punto di riferimento dell’Arsenal, una squadra mai al passo delle big ma che è sempre riuscita a conquistare qualche trofeo all’interno dei confini inglesi. Appena un anno e mezzo fa aveva messo in bacheca il primo e unico titolo di capocannoniere del campionato vinto con la maglia dei Gunners nella meravigliosa stagione chiusa con 22 gol, un bottino enorme per un giocatore come lui.

Da perno centrale del progetto in poco tempo è scivolato ai margini, riempito dalle critiche dei tifosi che non lo supportano più con la stessa passione. I suoi numeri non sono mai stati così bassi come in questa stagione: in 25 partite giocate ha segnato appena 9 gol e servito un assist e la situazione non migliora se contiamo anche l’Europa League, dove i 3 gol messi a segno sono arrivati tutti nella fase a gironi e mai negli scontri diretti, la parte più difficile da affrontare per l’Arsenal.

Il suo destino sembra essere sempre più lontano da Londra e l’unico appiglio per i Gunners potrebbe essere un cambio in panchina e l’arrivo di un allenatore capace di restituire ad Aubameyang la giusta fiducia e l’attitudine da capitano, quella che che servirebbe più di tutte a una squadra che ha perso la sua identità.

41,961FansMi piace

LEGGI E COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli Correlati

Condividi: