6.5 C
Londra
giovedì 3 Dicembre 2020
Home Icons Gracias Pablo Zabaleta: un record in maglia City ed un modo di...

Gracias Pablo Zabaleta: un record in maglia City ed un modo di interpretare il calcio che sta sparendo…

Zabaleta è il calciatore argentino con più gettoni di presenza nella storia della Premier League. 

2 ' di letturaDi Gabriele Caldieron

Pablo Zabaleta nasce a Buenos Aires il 16 gennaio 1985. Senza voler essere troppo melensi diciamo che spiace che un altro giocatore “collante” tra il vecchio modo di interpretare il calcio ed il nuovo, si ritiri. Fa sentire quel calcio fatto di poche alzate di testa, personalità, abnegazione nel ruolo così tremendamente lontano.

Inutile dire che la sua parentesi di carriera più bella e proficua la ottiene con la maglia del Manchester City con la quale vince 2 volte la Premier League, 1 Community Shield, 1 FA Cup e 2 Coppe d’Inghilterra.

Zabaleta detiene un record: con le sue 303 presenze in campionato con le maglie di Manchester City e West Ham impreziosite da 9 gol e 21 assist con le due casacche, è il calciatore argentino con più gettoni di presenza nella storia della Premier League. 

Oltre ad essere vice-campione del mondo del 2014 con la sua Argentina s’intende. E’ il classico giocatore che forse non ti ruba l’occhio, forse non ricordi particolari gesta ma quando non era in campo… Ti accorgevi della sua assenza. Un giocatore amante del “lavoro sporco”, delle sgroppate sulla corsia destra, del fronteggiare esterni assai tecnici e di sperare ogni tanto di sfogare tutto il veleno accumulato con un gol, magari brutto, ma pur sempre efficace.

Il nuovo modo di interpretare il calcio ci spaventa, e lo sottolineamo ancora dove Instagram, i selfie, le giocate da freestyler, e polemiche continue con i tifosi sono lontani anni luce da chi, in silenzio, macinava chilometri in campo. Spaventa questa macchina di soldi impazzita, spaventa il fatto che le bandiere non esistono più e chissà, se i tanti iconici record fatti di presenze e numeri di gol un giorno, verranno battuti.

Prima i calciatori aspiravano a diventare delle bandiere, adesso… Fanno di tutto per non esserlo.

Gracias por todo Pablo.

LEGGI E COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Avatar
Gabriele Caldieron
Giornalista pubblicista specializzato nel mondo sportivo. Lavoro per Football Data agenzia di statistica calcistica a livello Nazionale. Sono opinionista nella trasmissione regionale più vista in Toscana “A tutto gol” con Giorgio Micheletti su Toscana TV, direttore di www.labaroviola.com, sono co-fondatore di www.storiedipremier.it e www.ilcalciolatino.it. Sono Responsabile Comunicazione della Rondinella Marzocco. Telecronista per il calcio dilettantistico regionale presso Tele-FirenzeViolaSuperSport.

Articoli Correlati

Condividi: