Boxing day: il Liverpool travolge il Leicester, cade il Chelsea, Tottenham OK

La banda Klopp vola a più 13, stasera City in campo nel posticipo. Mourinho avvicina la zona Champions, segnali di ripresa per lo United. Frena ancora l'Arsenal, seconda vittoria consecutiva per Ancelotti. Domani è già campionato

0

Un Liverpool in formato campione del mondo spazza via il Leicester allo Stadium con un 4-0 senza appello. Uno scatenato Firminoon fire” mette a referto una doppietta. Il sempreverde Milner e Alexander-Arnold, sempre più giocatore totale, completano la festa Red. Stasera il Manchester City di Guardiola prova a rispondere sul campo del Wolverhampton, nel posticipo che chiude la diciannovesima giornata. Intanto Klopp può guardare tutti da sempre più in alto. Il Liverpool ha infatti messo 13 punti tra sé e le Foxes, mentre i Citizens rincorrono a meno 14.

CADE IL CHELSEA, SALE IL TOTTENHAM

Harakiri del Chelsea, che contro una delle squadre più in forma di dicembre vede violato Stamford Bridge con un brutto 2-0. A firmare il colpaccio in trasferta per il Southampton, uscito dalla zona retrocessione, sono Obafemi e Redmond.

Ne approfitta il Tottenham di Mourinho, che, non senza fatica, regola di misura il Brighton, e vede la zona Champions distante ora solo tre lunghezze. A portarsi in vantaggio a fine primo tempo sono i Seagulls, ma nella ripresa i soliti noti Kane e Alli ribaltano il risultato e regalano agli Spurs un’importante vittoria.

Resiste in sesta posizione lo Sheffield, seppur in flessione di forma. Nel loro Bramell Lane, i Blades si devono accontentare di un 1-1 contro il Watford, che con questo punticino supera il Norwich in classifica, e lo relega in ultima posizione solitaria. Le reti, entrambe nel primo tempo, portano la firma di Deulofeu per gli ospiti, e di Norwood per i padroni di casa.

UNITED, SEGNALI DI RIPRESA. ARSENAL DI ARTETA RIMANDATO, ANCELOTTI FESTEGGIA

Il Manchester United batte un colpo! A Old Trafford, i Red Devils piegano il Newcastle con un 4-1 che non ammette repliche. A portarsi avanti sono però le Megpies, che con la rete di Longstaff sognano l’impresa. Martial, Greenwood e Rashford rimettono però le cose a posto per la squadra di Solskjær già prima dell’intervallo, prima del secondo gol di Martial che rappresenta la pietra tombale dell’incontro.

Ad Arteta non riesce il miracolo di rianimare questo spento Arsenal. Al Dean Court di Bournemouth passano in vantaggio i padroni di casa con Gosling, mentre nella ripresa Aubameyang ci mette una pezza per i Gunners.

Il “nostro” Carletto Ancelotti contro il Burnley trova sotto l’albero di Natale un regalo da tre punti, che gli consente di festeggiare la seconda vittoria consecutiva alla guida dell’Everton. A consegnare il presente al tecnico di Reggiolo ci pensa Calvert-Lewing, che a una decina dallo scadere trova il colpo vincente.

CRYSTAL PALACE E ASTON VILLA MUOVONO LA CLASSIFICA. DOMANI SI TORNA GIA’ IN CAMPO

Importante affermazione del Crystal Palace, che batte 2-1 il West Ham e può festeggiare Santo Stefano senza affanni di classifica, al contrario degli Hammers. Accade tutto nella seconda frazione di gioco. Anche in questo caso segnano per primi gli ospiti, con Snodgrass. Kouyate ristabilisce subito l’equilibrio, finché Ayew nel finale non fa esplodere Selhurst Park con il gol vittoria.

In coda, successo fondamentale dell’Aston Villa, che si impone di misura nello scontro diretto con il Norwich. La rete di Hourihane vale tre punti d’oro per i Villans, che in questo modo possono così portarsi a meno uno dalla quartultima posizione, occupata dal West Ham.

Non c’è il tempo per tirare il fiato e stappare troppe bottiglie. Domani la Premier torna già in campo. Si parte a pranzo con Brighton-Bournemouth, per proseguire nel pomeriggio con Southampton-Crystal Palace, Newcastle-Everton e Watford-Aston Villa. L’aperitivo è accompagnato da West Ham-Leicester e Norwich-Tottenham, mentre la cena è servita con Burnley-Manchester United. Tutte da seguire le tre sfide della domenica, che chiudono il ventesimo turno e l’anno calcistico inglese. Apre le danze il mai banale darby fra Arsenal e Chelsea, seguito da Liverpool-Wolverhampton, mentre Manchester City e Sheffield saranno le ultime a scendere in campo.