4.8 C
Londra
domenica 23 Gennaio 2022
Home Storie in the box Quando Liverpool e Manchester Utd si accordarono per truccare un match

Quando Liverpool e Manchester Utd si accordarono per truccare un match

2 ' di letturaChi pensa che lo scandalo del calcio scommesse sia un affare tipicamente italiano forse dovrebbe rivedere le sue convinzioni. L’appeal dei soldi facili, infatti, ha funestato ere e regioni geografiche differenti, in egual misura.

In Gran Bretagna, ad esempio, uno degli episodi più sconcertanti risale addirittura ad oltre un secolo fa. La partita del 2 aprile 1915 tra Liverpool e Manchester Utd – non esattamente due piccoli club – passerà alla storia con il celebre appellativo di Match Fixing scandal.

Quel venerdì ben 7 giocatori, appartenenti a entrambe le formazioni, decidono di accordarsi per truccare l’esito della gara, che terminerà 2-0 in favore dello United. Tutti trarranno vantaggio dall’aver scommesso sul risultato esatto e, quando verranno scoperti, saranno banditi a vita dalla federazione.

Venerdì 2 aprile 1915: uno scandalo senza precedenti

Gli storici, in seguito, hanno evidenziato come l’incombere della Prima Guerra Mondiale abbia giocato un ruolo determinante nella scelta di truccare la gara: i calciatori sapevano già che il campionato sarebbe stato sospeso fino a data da destinarsi.

In quel periodo lo United lottava in acque limacciose, cercando di non retrocedere, mentre il Liverpool veleggiava a metà classifica. La gara terminerà 2-0 per i Red Devils, grazie ad una doppietta – ovviamente facilitata – di George Anderson.

Ad ogni modo, i sospetti iniziarono subito. Alcuni giocatori del Liverpool che non si erano accordati notarono la carenza di impegno da parte dei compagni. Inoltre i Reds sbagliarono appositamente un penalty e quando Fred Pagnam rischiò di segnare un gol allo Utd – colpendo la traversa – alcuni compagni lo circondarono e lo redarguirono.

Alcuni dei protagonisti dello scandalo

Dopo la partita ecco che iniziano a comparire fiumi di banconote. Alla polizia basta poco per ricostruire tutto e scoprire che un enorme numero di scommesse era stato effettuato sul risultato preciso di 2-0 per lo Utd, pagato 7/1. La F.A. apre un’inchiesta ed emergono i nomi dei colpevoli: Sandy Turnbull, Arthur Whalley e Enoch West per lo United; Jackie Sheldon, Tom Miller, Bob Pursell e Thomas Fairoul per il Liverpool. La pena? Banditi per sempre dal calcio professionistico.

Tuttavia il primo conflitto mondiale avrebbe rimescolato le carte. Sandy Turnbull morirà in guerra, ma per tutti gli altri – siamo nel 1919 – la sanzione verrà revocata come atto di riconoscimento per il servizio prestato al Paese in un momento così difficile.

 

42,353FansMi piace

LEGGI E COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Paolo Lazzari
Paolo Lazzari
Giornalista

Articoli Correlati

Condividi: